Sempre più convinta del fatto che l'IoT abbia aperto una nuova era negli edifici connessi, Legrand utilizzerà il protocollo Nest Weave per sviluppare nuovi prodotti connessi.
Dopo aver lanciato il proprio programma Eliot (Eletticità e IoT) Legrand e BTicino proseguono nell'attività di promozione dell'interoperabilità tra i prodotti installati all'interno degli edifici. Per tale ragione sono in fase di sviluppo una serie di prodotti basati sul protocollo Nest Weave.
Del resto, come confermano i responsabili dell'azienda, l'interoperabilità è essenziale per l'affermazione dell'Internet delle Cose all'interno degli edifici. Per questo verrà sempre più promosso l'impiego di un linguaggio di comunicazione aperto, in grado di supportare l'integrazione e la comunicazione con il maggior numero possibile di sistemi di terze parti. In tal modo è possibile offrire un crescente numero di benefici agli utilizzatori, ma soprattutto la possibilità di scegliere liberamente gli elementi e gli elettrodomestici della propria casa o del proprio ufficio, senza precludere future possibilità di espansione.
Legrand è inoltre membro di AllSeen Alliance, uno dei più importante consorzi per la promozione di prodotti, servizi e sistemi basati sulla tecnologia AllJoyn, per l'adozione globale dell'IoT a tutti i livelli. Da sempre, inoltre, il gruppo Legrand di cui fa parte anche BTicino, ha adottato lo standard ZigBee che, grazie alla sua apertura e alla possibilità di comunicazione wireless, è un antesignano dell'Internet of Things.