Casa Lago di Milano, lo scorso 14 giugno, ha ospitato la kermesse di presentazione di Smarther, il nuovo cronotermostato connesso di BTicino, da annoverare tra i prodotti del programma Eliot. Smarther è un cronotermostato dal design accattivante, super sottile e di semplice installazione e per programmarlo basta un APP. Un passo avanti verso soluzioni sempre più integrate per la casa connessa.
Durante la serata è stata presentata anche una ricerca realizzata da Ipsos con la supervisione dell’Osservatorio IoT del Politecnico di Milano, che ha evidenziato bisogni e abitudini di consumo per una smart home sempre più concreta e reale.
“I dati e le ricerche ci dicono che i numeri dell’Internet of Things in Italia sono in costante crescita. Si tratta di una vera rivoluzione tecnologica destinata a impattare tutti i settori, dalla salute ai trasporti, fino all’ambiente, al tempo libero e ovviamente agli edifici connessi. Come azienda che ha nel suo DNA la ricerca e l’innovazione abbiamo già da tempo investito in tecnologia, inserendo per primi sul mercato soluzioni elettroniche stand alone nell’offerta di installazione civile”, ha commentato Franco Villani, Amministratore Delegato di BTicino.
Luigi Caricato, Direttore Comunicazione Esterna, ha aggiunto: “Con grande orgoglio presentiamo l’ultimo nato in casa Eliot, Smarther, termostato connesso sviluppato appositamente per rispondere alle esigenze dei consumatori in termini di praticità e semplicità di utilizzo coniugate all’efficienza energetica e al comfort”.
“In BTicino il processo creativo è a ciclo continuo” ha concluso Milka Eskola, Direttrice Arts&Design, sottolineando la vocazione aziendale all’innovazione e a uno sguardo sempre rivolto al futuro.